Marte: acqua pura alle basse latitudini

By admin on agosto 9, 2010

Le recenti immagini della sonda Mars Reconnaissance Orbiter ottenute per mezzo della HiRISE Camera hanno messo in chiara evidenza la presenza di acqua sotto la superficie di Marte anche a latitudini vicino l’equatore.

ghiaccio marte
Immagine scattata dall’MRO, cratere di 6 metri di diametro fotografato il 18 Ottobre 2008 (sinistra) e il 14 Gennaio 2009 (destra). Credit: NASA/JPL-Caltech/University of Arizona

Come tutti ormai sappiamo, la sonda Phoenix, in esplorazione alla alte latitudini sul suolo di Marte ha fotografato e analizzato l’acqua presente sotto forma di ghiaccio appena sotto la superficie. La notizia straordinaria è invece quella divulgata in questi giorni che dimostra, con una serie di immgini di ottima qualità, la presenza di acqua (sempre in forma di ghiaccio) appena sotto la superficie a latitudini vicino l’equatore. Sorprendentemente il ghiacco scoperto potrebbe avere una purezza del 99%!

Prima di questa scoperta si pensava che il ghiaccio presente sotto la superficie fosse una mistura di terriccio e acqua, invece con le analisi del ghiaccio venuto in superficie nei crateri di impatto di recente formazione (1 anno o poco più) fotografati con la HiRISE ne ha messo in evidenza la sua purezza. Questi crateri sono “piccoli”, con una profondità che va dai circa 45cm ai 2.5 metri di profondità e situati in 5 differenti posizioni.

ghiaccio marte

L’immagine qui sopra mostra il ghiaccio formatosi attorno a un cratere da impatto meteoritico di 12 metri di diametro situato nella regione denominata Arcadia Planitia (che si estende tra i 40 e 60° Nord e tra i 150 e 180° Overs) fotografato nel Novembre 2008 e Gennaio 2009.

mappa ghiaccio marte
La mappa mostra le 5 località in cui sono stati scoperti i recenti crateri da impatto meteoritico con esposizione di ghiaccio d’acqua (siti dall’1 al 5). Il sito etichettato con VL2 è il luogo dove è atterrata la sonda Viking Lander 2.
Image Credit: NASA/JPL/University of Arizona

La scoperta dei crateri con esposizione di ghiaccio è iniziata nell’Agosto 2008 quando l’esame da parte del Context camera team delle immagini della superficie di Marte ha evidenziato la presenza di “macchie nere” assenti nelle precedenti foto della stessa area. Successivamente il team che analizza le immagini provenienti dalla HiRISE camera, nel Settembre 2008, ha messo in evidenza il cratere e il ghiaccio attorno ad esso.
Pochi giorni dopo, nel tardo Settembre 2008, il team che si preoccupa delle analisi con lo spettrometro, il CRISM (Compact Reconnaissance Imaging Spectrometer for Mars), ha ottenuto la firma spettroscopica del ghiaccio d’acqua fotografato

ghiaccio marte
Cratere di 8 metri di diametro scattata l’1 Novembre 2008. Il cratere si trova nella piana Vastitas Borealis. Credit: NASA